MOTORI
Dacia Duster: il Suv economico ma poco sicuro
Scritto il 2011-02-24 da su News auto

Grande interesse aveva destato alla sua prima uscita il Duster , lo Sport utility Vechicle di casa Dacia. Eppure, nonostante le buone prestazioni ed un prezzo sicuramente appetibile, il fuoristrada non ha mai avuto gran successo iniziando a mostrare i primi segni debolezza. In primo luogo, cosa non da poco, la sicurezza. Negli ultimi test EuroNCAP, l'organismo europeo preposto alla vigilanza sulla sicurezza dei veicoli, il Duster ha infatti guadagnato solo tre stelle, deludendo, e non poco, gli esperti abituati a performance solitamente diverse. Nel particolare il mezzo ha ottenuto un buon coefficiente di protezione dei passeggeri (74% per gli adulti e 78% per i bambini), un cattivo risultato per quel che riguarda la sicurezza dei pedoni (solo il 28%) e uno altrettanto negativo per gli strumenti di bordo (appena 29%). Buone, al contrario, sono state le performance dei principali concorrenti del mercato Suv come BMW X1, Hyundai ix20, Mitsubishi Asx e Nissan Juke. Dimensioni a parte dunque, Dacia se vuole convincere nel comparto SUV e competere a testa alta tra le grandi, avrà di certo qualcosa da migliorare subito, la sicurezza.

Il Circuit of Americas ha reso noto in un comunicato di aver alzato il livello di sicurezza per tutti coloro che si recheranno in pista, ma apparentemente non si tratta di una reazione a quanto successo a Boston ieri. Le misure di sicurezza che saranno in vigore per la prima edizione della Red Bull MotoGP di The Americas 19-21 aprile sono le seguenti: gli ospiti che frequentano le prove, le qualifiche e le sessioni di gara presso l'impianto di Austin, Texas, saranno tenuti a passare attraverso i controlli di sicurezza prima di entrare. Tutti gli ospiti compresi i propri beni personali, saranno perquisiti dalla sicurezza del circuito. Queste misure sono in vigore per tutti i principali eventi sportivi e di intrattenimento tenutasi sul circuito e sono stati utilizzati anche lo scorso novembre durante il GP di F1.

Moto - Infomotogp

Quando ci si mette alla guida di una potente moto, la prima cosa cui bisogna pensare è la propria sicurezza. Sono molti i nuovi accessori che il mercato sta proponendo per adempiere al meglio queste necessità. Uno degli strumenti di ultima generazione che, senza ombra di dubbio, adempie al meglio il proprio lavoro è la Clover Crossover Airbag. La caratteristica principale di questo prodotto è sicuramente il sistema airbag omologato. Con il Clover Crossover Airbag vengono rispettati fin nei minimi dettagli tutti i parametri minimi stabiliti, anche se, almeno in Europa, sono state standardizzate solo le componenti meccaniche, per quelle elettroniche si dovrà attendere ancora un po’. Il funzionamento di questo innovativo sistema di sicurezza è molto semplice. In pratica la camera d’aria posta all’interno dello stesso, si gonfia nel momento in cui si viene sbalzati dalla propria motocicletta. Questo avviene perché all’interno di queste moderne protezioni vi è un minuscolo serbatoio di Co2, azionato attraverso un pratico tirante elasticizzato. Ovviamente, neanche a dirlo, l’intero sistema è progettato per evitare errori di funzionamento o accensioni involontarie. Per attivarlo, infatti, occorre uno strattone che va dai 12 ai 15 Kg. Decisamente ampie, poi, sono le zone fornite di tessuto anti – abrasione. Le varie zone sono lavorate in Cordura con livelli di resistenza diseguali. Tutta la giacca, poi, ha subito un particolare trattamento idrorepellente. Clover Crossover Airbag è, sì, uno strumento di protezione per il motociclista ma, con assoluta certezza, può essere utilizzato anche durante tutto l’anno. Il suo stile è sobrio e facile da portare anche quando non si corre in moto.

Moto - Comunicablog

Una Kalex nuova nuova per Sandro Cortese. Il neo campione del mondo della Moto3 è prontissimo al passaggio di categoria e oggi è stata presentata la sua nuova moto. Telaio Kalex e sospensioni conosciute per Cortese che troverà a sua disposizione il nuovissimo kit per la Moto2 della WP Performance. L'azienda che in questi ultimi anni si è concentrata molto sul fuoristrada è la nuova espressione della White Power, che ha fornito piloti e moto di primo livello nella velocità negli anni 90. Il nuovo kit comprende una forcella da 46 mm e un nuovo mono molto leggero anche lui con 46 mm di escursione. La Kalex di Cortese, è evidentemente  un nuovo modello, sul quale era presente anche un nuovo forcellone posteriore.  

Moto - Infomotogp


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2018 Nanalab S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 09996640018