MOTORI
Riaprono gli stabilimenti Toyota
Scritto il 2011-03-29 da su News auto

Riaprono i cancelli degli stabilimenti Toyota chiusi in seguito al terribile terremoto ed al successivo drammatico tsunami che ha colpito la parte nord orientale del Giappone l’11 marzo scorso. Una ripresa è tuttavia ancora parziale, ed è stata principalmente decisa per rispondere alla forte domanda proveniente dall’estero. Lo stop di due settimane è costato a quello che da qualche anno è ormai il più grande gruppo automobilistico mondiale, il corrispettivo di circa 140 mila modelli. I commenti prudenti dei lavoratori giapponesi raccolti davanti ad uno dei 18 impianti Toyota sparsi per il territorio giapponese illustrano bene le gravi difficoltà del momento. La produzione infatti dipende in gran parte dai fornitori di componenti, e molti di questi sono ancora del tutto fermi. La priorità del momento è certamente soprattutto quella di riprendere la produzione della Prius e dalla nuova Lexus, i due gioielli della corona della casa automobilistica nipponica che due anni fa aveva appunto soprassato General Motors prendendone lo scettro a livello globale.


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2022 Nanalab S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 09996640018