MOTORI
Damen und Herren, a voi la nuova Audi A5 2012!
Scritto il 2011-11-04 da Mac su Auto sportive

Il brand de luxe del gruppo Volkswagen, Audi, ha svelato il suo nuovo bolide, Audi A5. Disponibile in versione Sportback, Coupé e cabrio, la nuova A5 battezza anche il quattro cilindri 1.8 TFSI 170 CV (125 kW), in grado di spingere il Coupé a consumare solo 5,7 litri ogni 100 chilometri con emissioni di 134 grammi C02/km.
Audi A5 monta il sistema Start&Stop per il recupero dell'energia, con un abbattimento delle emissioni fino al 18%.
La gamme include poi il 2.0 TFSI di 211 CV (155 kW), il 3.0 TFSI, ed i diesel a 4 cilindri. Si attende poi l’A5 coupé con motore Diesel Euro 6.
Per quanto riguarda la trasmissione, troviamo il cambio manuale a sei rapporti o variazione continua multitronic per i modelli a trazione anteriore; il 4x4 sfoggia invece un S tronic a 7 marce.
L'aspetto estetico non è stato oggetto di cambiamenti rilevanti: i designer si sono focalizzati soprattutto sui fendinebbia e sui gruppi ottici dotando i fanali anteriori e posteriori di luci diurne a led e fari allo xeno.
Sarà possibile scegliere tra ben 16 colorazioni per la carozzeria; mentre cinque colorazioni per la capote automatica della versione cabrio.
Dal punto dei vista dei prezzi, si parte dai 35.700 € per l'A5 1.8 TFSI da 170 CV con cambio manuale, per arrivare ai 66.900 € dell’S5 Cabrio 3.0 TFSI 333 CV S tronic quattro.

La carrozziera è un omaggio senza tempo al design automobilistico; gli interni sono la quintessenza della razionalità Volkswagen, le sospensioni garantiscono lo stesso comfort di un divano di Cassina e con il motore 2000 TDi da 110 cavalli (ma c'è anche il 150 per chi cerca un pelino più di schnell) ci si dimentica di fare il pieno senza dover però rinunciare all'accelerazione. Aggiungiamo poi tutta la collaudata tecnologia di Wolfsburg, chicche retrò sparse qua e là, una qualità complessiva ineccepibile ed una cappotta in tela- che, cosa rara, è stilosa anche quando è alzata e che  nulla sottrae all'armonia visiva del modello - per guidare a strettissimo contatto con natura, elementi, profumi primaverili e panorami e rendere il tutto ancora più speciale. Personalmente sono stato sempre un fan delle cabriolet, e il Maggiolino non solo non fa eccezione ma è anche una della cabriolet più azzeccate assieme alle spyder tipo Mazda Mx-5 o Porsche Boxster. Privare una vera sportiva del tetto significa compromettere buona parte dell'handling, o comunque irrigidire a dismisura telaio e sospensioni per compensare alla mancanza di struttura in alto, le berline con la capote (fatta eccezione per la Rolls Royce Phantom Drophead) non funzionano su più livelli ne valorizzano chi è al volante,  e le utilitarie cabrio per fortuna non si sono mai affermate. Con la Beetle invece non si rischiano di alterare le prestazioni e non ci sono di mezzo seriose silhouette che stridono con il tetto in tela, che è un elemento ludico, gioioso, libertino e ironico. Con il Maggiolone Cabrio ho percorso quasi 500km partendo dalla sede VW di Verona. La prima tappa sono state le vigne che diventeranno Amarone e le Ville del Palladio in Valpolicella. Da li abbiamo fatto rotta verso Bardolino, quindi Lazise seguita dalla bellissima Peschiera con le sue mura fortificate sull'acqua e le rovine romane e poi nell'eterna Sirmione per concludere con Solarolo e Salò; famosa per un sacco di ragioni sbagliate ma comunque affascinante per architettura e posizione. Gli alberghi del percorso sono stati il  Byblos Art Hotel e il Piccola Vela di Desenzano; intima e perfettamente valorizzata villa storica con vista lago, un bel giardino di fiori a agrumi ed un ottimo rapporto qualità prezzo. Tornando alla Beetle, l'itinerario mi ha dato modo di scoprire senza fretta le qualità del modello, dove l'unico problema è la limitata praticità - rovescio della medaglia di tutte le cabrio -  e se tutti e quattro i possibili passeggeri hanno un bagaglio. Per il resto l'esperienza Beetle è rasserenante - perche l'auto non trasmette mai urgenza - distensiva ed esteticamente piacevole in ogni sua forma e dettaglio. Ed è quest'ultimo dettaglio che separa il Maggiolone dalla concorrenza; perchè molte auto, con o senza tetto apribile, sanno essere quiete, guidabili, efficenti e ben progettate, ma pochissime trasportano con se storia, cultura, ideali e visioni provenienti dai decenni più significativi e rivoluzionari del novecento.   

Auto - Ontheroad

Personalizzazioni di un altro pianeta; paragonabili solo a quelle offerte da mastodontiche ammiraglie come Rolls Royce, Bentley e Mayback, che però non possono applicarle a sportive del calibro della 911. Benvenuti nell'universo di superlativi firmato Porsche Exclusive; un luogo dove la perfezione sembra essere giudicata come qualcosa di appena sufficiente. Questa è stata la sensazione predominante della mia prima visita al Quartier Generale Porsche di Zuffenhausen, che ho visitato qualche giorno fa per seguire la presentazione della Panamera Executive Exclusive Series per Tg2 Motori. Che in sintesi, partendo dalla base della Turbo S con passo allungato e spinta dal poderoso 4.7 litri V8 da 570 cavalli, propone - in una edizione speciale limitata a soli 100 esemplari nel mondo - una serie di pregiati innesti estetici/meccanici/tecnologici completati a mano in una sontuosa post-produzione. Quindi il prezzo finale decolla a 258.000 euro ed alla selleria più morbida e selezionata al mondo, si aggiunge la carrozzeria bi-colore graduale verniciata a mano, un set di cinque valige in tinta, targhe smaltate ed un impianto d'intrattenimento con due schermi ad alta definizione con connessione internet, dvd e telecamera integrata per eventuali video conferenze in movimento. Cosa essenziali per i facoltosi uomini d'ffari (su tutti americani e cinesi) che acquisteranno l'esclusivo modello. I lindi, oridinati e rigorosi spazi dedicati al completamento dele Executive Series Porsche  sono in bilico tra atelier artigianali e avanzati laboratori di scienza. Le possibilità di personalizzazione sono prossime all'infinito. Per intenderci, la casa tedesca è in grado di offrire ai suoi clienti - che in alcuni cosi vogliono la macchina delo stesso colore del rossetto della moglie o di un piatto che hanno a casa (non scherzo!!) - 80,000 diverse soluzioni solo per quanto riguarda la pelle ed una miriade di altri elementi preparati su richiesta quali placche, cerchi, sigle, tweaks ai propulsori e via dicendo. Alcuni modelli della Exclusive Series sono esposti nel Museo Porsche - meraviglia architettonica di specchi concavi convessi, vetrate e colate di cemento obliquo - altre, come la strepitosa Club Coupè (foto sotto) era parcheggiata all'ingresso accanto ad altri memorabili variazioni sul tema 911. Casa Porsche non finisce davvero mai di stupire.  

Auto - Ontheroad

Anche Mercedes sta per lanciare il suo SUV-Coupé sportivo pronto a dare battaglia sul mercato, soprattutto alla BMW X6. La Mercedes GLE Coupé è la nuova creatura che la Casa della Stella presenterà tra poche settimane in occasione del Salone di Detroit 2015. Le linee estetiche da crossover si combinano con quelle di una coupé per dar vita alla GLE Coupé, SUV a forte vocazione sportiva che fa affidamento su un design elegante e muscoloso allo stesso tempo che riesce a sedurre lo sguardo grazie ai tratti sinuosi e decisi che danno forma agli esterni del nuovo SUV-Coupé tedesco. Al top della gamma della Mercedes GLE Coupé c’è la GLE 450 AMG che spinge ancora più all’estremo le performance grazie ad un aggressivo body kit per gli esterni, che comprende i cerchi in lega da 21 pollici, e a una serie di accorgimenti e modifiche tecniche come l’adozione delle sospensioni pneumatiche Airmatic, lo sterzo diretto sportivo e il sistema di abbassamento automatico dell’assetto anche mentre si procede ad alta velocità. L’abitacolo della GLE 450 AMG invece propone accenti in fibra di carbonio, volante sportivo rivestito in pelle Nappa e pedaliera in acciaio. Sotto il cofano della Mercedes GLE Coupé si potrà scegliere tra diverse motorizzazioni che verranno svelate completamente in occasione del debutto di Detroit. Per il momento il costruttore tedesco ha confermato la presenza di tre varianti nella gamma: GLE 350d 4MATIC con 258 CV e 620 Nm di coppia; GLE 400 4MATIC con V6 3.0 litri TwinTurbo da 333 CV e 480 Nm di coppia; GLE 450 AMG con V6 3.0 litri TwinTurbo da 367 CV e 520 Nm di coppia.

Auto - Autoinmente

AUTOINMENTE
MOTORI


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2015 WeBoost MEDIA S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 105 49 521 002