MOTORI
BMW Serie 6 Biturbo incanta Ginevra
Scritto il 2012-03-13 da Mac su Schede auto

Fonte: www.omniauto.it

E’ stata tenuta a battesimo sotto i riflettori del Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra – 8-18 marzo 2012 - la nuova ruggente BMW Serie 6 Alpina Biturbo.

La neonata della prestigiosa casa automobilistica BMW debutterà il prossimo giugno mentre la versione elettrica sarà dipodnibile già nel 2013.
La nuova Alpina B6 biturbo coupé, la cui prima edizione risale al 1983, non è altro, si fa per dire il nuovo allestimento della serie 6 F13, qui in modalità decisamente più sportiva e aggressiva grazie al motore V8 twin turbo da 4,4 litri e, udite bene, notevoli 540 cavalli (ben 33 cavalli in più della versione Cabriolet, nata sulla piattaforma della Serie 6 F12 Cabrio) – e 700 Nm di coppia massima, tali da far 0-100 km/h in 4,4 secondi e toccare i 320 KM/H di velocità massima.
Lato estetico, BMW Alpina coupé offre splitter anteriore in carbonio, cerchi in lega da 20 pollici e pneumatici Michelin Pilot Super Sport.

“L’input del CdA ai designer è stato chiaro: creare qualcosa che esprima perfettamente il carattere indipendente del veicolo e creare una vettura con un look sportivo ed una linea del tetto slanciata. Oggi tutti possono constatare il fantastico lavoro che hanno fatto i nostri designer”, queste  le parole di Norbert Reithofer, Presidente della nuova ammiraglia della Casa, a Ginevra presente in versone 650i Gran Coupé da 450 CV, accelera da 0 a 100 orari in 4,6 secondi, consuma 8,6 litri/100 km ed emette 199 g/km di CO2.

Sempre al Salone ginevrino, lo stand BMW ha anche offerto la possibilità di ammirare in anteprima assoluta la sua M6 Coupé, un missile con motore V8 M TwinPower Turbo da 560 CV e tetto in fibra di carbonio.

Quello di Ginevra è il salone dell'auto più importante, prestigioso e ricco del mondo. Ma è pur sempre un salone dell'automobile e quindi è anche sfiancante, stordente, ed un attacco a tutti e cinque i sensi. Gusto e olfatto compresi. Gusto nel senso positivo perchè ogni stand prepara manicaretti di varia caratura e c'è la possibilità di mangiare non stop; olfatto perchè non tutti i visitatori profumano di gelsomino. Specie quelli costretti a sobbarcarsi attrezzature tecniche per foto e video. Le anteprime stampa dei saloni sono anche una corsa contro il tempo e la sede ideale per fare PR e networking di varia natura. Ma sopratutto, il salone dell'automobile di Ginevra, giunto all'edizione numero 84, è il posto ideale per farsi una bella scorpacciata di supercar e pianificare test-drive con quelle auto che nulla hanno a che fare con la razionalità e tutto con l'emozioni. Ed ecco le nostre preferite; in copertina c'è la nuova McLaren 650 S, che si posizione tra la P1 e la Mp4-12c. Quella sopra non è tanto una supercar quanto un vezzo per i facoltosi. Si chiama Disco Volante, è costruita sul telaio dell'Alfa Romeo 8C ma carrozzeria e interni sono a cura di Touring. Sotto invece trovate una delle anteprime mondiali più attese. La Lamborghini Huracan con motore V10 da 610 cavalli che andrà a sostituire la sempre accativante Gallardo. Non potevamo non includere l'auto più veloce del mondo; la sublime, spettacolare, unica e irripetibile Bugatti Veyron, qui in versione Rembrandt. E sotto di lei trovate la nuova Ferrari California Turbo presentata dal Presidente Montezemolo.  

Auto - Ontheroad

Toyouta Auris Touring Sports esordirà al Salone Ginevra 2013 con un design decisamente rinnovato in grado di offrire maggiore spaziosità all'interno dell'abitacolo e grande capacità di carico. La multinazionale giapponese sembra intenzionata a dare spettacolo all'ormai prossima fiera mondiale dell'automobile. La società fondata da Kiichiro Toyoda, in occasione delle kermesse svizzera, oltre alla gamma di motori benzina e diesel presenterà la versione con motorizzazione ibrida la quale, nonostante l'ingombro del pacco batterie, non presenterà modifiche rispetto alle versioni standard in termini di spazio. Le pile infatti sono state posizionare comodamente sotto i sedili posteriori. La nuova Toyota Auris si differisce dalla berlina per i suoi 285 mm di lunghezza aggiuntivi, utilizzati totalmente per ampliare lo spazio di carico del bagagliaio che, con i sedili ripiegati, raggiunge i 1.658 litri di capienza. L'innovativa wagon è dotata del sistema Easy Flat implementato dalla Toyota per cui prevede sedili posteriori con ripiegamento di tipo one-touch, una tenda copribagagli bidirezionale, uno spazio di carico su due livelli, barre porta-tutto in alluminio, ganci appendiabiti ed una presa di corrente da 12 Volt. La gamma delle motorizzazioni è del tutto identica alla berlina, pertato sarà possibile optare tra la versione benzina 1.3 Dual VVT-i e la 1.6 Valvematic, oppure passare alla versione diesel D-4D 1.4 e 2.0. Interessante è la versione Full Hybrid in grado di accoppiare il motore benzina 1.8 VVT-i con quello elettrico del sistema Hybrid Synergy Drive in grado di generare una potenza massima di 136 CV che permette di raggiungere una velocità complessiva di 180 Km/h. Con questa splendida vettura si annuncia una nuova novità per il salone ginevra.

Auto - Autoinmente

AUTOINMENTE
MOTORI


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2014 WeBoost MEDIA S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 105 49 521 002