MOTORI
Jaguar XJ_e, prototipo ibrido di lusso
Scritto il 2012-07-11 da Gaetano Scavuzzo su News auto

Fonte: motorionline.com

Al Goodwood Festival of Speed che si sta svolgendo in questi giorni una delle novità più interessanti è senza dubbio la Jaguar XJ_e, un prototipo col quale la casa inglese mette insieme le caratteristiche di un’auto di lusso con un alimentazione a basse emissioni. La nuova XJ è una vettura ibrida plug-in che dimostra la possibile coesistenza tra grandi dimensioni della struttura e alte prestazioni con il rispetto dell’ambiente.

Una delle peculiarità di questo modello sperimentale di casa Jaguar sta nell’avanzato motore ibrido da 2.0 litri che garantisce lo stesso livello prestazionale del propulsore 5.0 litri V8 ma riducendo le emissioni di CO2, portandole sotto i 75 g/km. La Jaguar XJ ibrida consente di raggiungere una velocità di punta di 250 km/h, passando da 0 a 100 km/h in appena 6,5 secondi.

Ha la capacità di percorrere 40 km ad emissioni zero che anche attivando il propulsore non supereranno mai i 75 g/km. La ricarica del pacco batteria avviene in circa quattro ore con un’alimentazione esterna da 240 V. Nel complesso la vettura è in grado di percorrere 100 km con appena 3,2 litri, che si traducono in un’autonomia di 1.092 km con un pieno di carburante.

Dopo l’esordio di alcuni mesi fa al Salone di Parigi 2014 la Jaguar XE si avvicina a grandi passi verso il lancio sul mercato. La nuova berlina di segmento D del Giaguaro ha fatto già partire la produzione nello stabilimento Jaguar Land Rover di Solihull (Regno Unito). La nuova XE punta a sbaragliare la concorrenza con una serie di caratteristiche che la rendono estremamente agile e leggera, grazie all'adozione della monoscocca in alluminio e ad una struttura composta per il 75% alluminio leggero. Peso ridotto che si combina con elevati livelli di resistenza e di rigidità torsionale, unendo dunque  dinamismo e intenso piacere di guida ai massimi standard di sicurezza. L'entry-level di lusso del marchio inglese s’appresta a lanciare il guanto di sfida al trittico tedesco composto dalla Mercedes Classe C, dalla BMW Serie 3 e dall'Audi A4. Alla sportività del design e al lusso dell'abitacolo, ricco di tecnologie e funzionalità volte a garantire il top del comfort per guidatore e passeggeri, la Jaguar XE aggiunge una gamma di motorizzazioni, composta dai propulsori Ingenium, che mescola performance ed efficienza. Tra le opzioni disponibili per la nuova XE troviamo il quattro cilindri 2.0 litri diesel da 163 o 180 CV e il quattro cilindri 2.0 litri benzina da 200 o 240 CV. Al vertice della gamma c’è invece la versione che monta il motore V6 3.0 litri in grado di sviluppare una potenza di 340 CV.

Auto - Autoinmente

La seconda generazione della Jaguar XF, dopo lo show funambolico e spettacolare di qualche giorno fa nella presentazione di Londra, è pronta a fare il suo gran debutto al Salone di New York che apre i battenti il 2 aprile. La rinnovata berlina del Giaguaro ha già svelato alcuni dettagli che la contraddistinguono a partire dalla leggerezza, un peso inferiore di 190 chilogrammi rispetto alla precedente generazione che si deve al nuova pianale modulare iQ realizzato in alluminio e già utilizzato per la più piccola Jaguar XE. Alla riduzione del peso complessivo, si accompagnano una serie di altri migliorie volte a spingere verso il basso sia i consumi che le emissioni inquinanti, con notevoli passi avanti in termini di efficienza, tanto da far definire a Jaguar la nuova XF come la più virtuosa del suo segmento, con i 104 g/km di CO2 della motorizzazione più efficiente che parlano da soli. Se il peso è diminuito rispetto al modello precedente, le dimensioni della nuova XF sono rimaste quasi identiche negli esterni (altezza ridotta di 3 mm e lunghezza ridotta di 7 mm), ma è aumentato lo spazio interno con la misura del passo cresciuta di 5 cm. Nell’elegante abitacolo della nuova Jaguar XF fa il suo debutto il nuovo sistema di infotainment InControl Touch Pro, che display da 10,2 pollici e schermo Dual View. Uno schermo TFT da 12,3 pollici invece ospita il quadro strumenti digitale. Per quanto riguarda i motori della berlina inglese la gamma benzina offre tre opzioni tutte abbinate al cambio automatico a 8 velocità: 2.0 litri da 240 CV e 340 Nm, V6 3.0 litri da 340 o 380 CV, entrambi con 450 Nm di coppia massima. La rosa di motori diesel prevede anch'essa tre motorizzazioni: il 2.0 litri da 163 CV e 380 Nm, il 2.0 litri da 180 CV e 430 Nm (entrambi con cambio manuale a 6 marce) e il V6 3.0 litri biturbo da 300 CV e 700 Nm, solo con trasmissione automatica.  

Auto - Autoinmente

Scatti funky, prototipi, design, tendenze e serie speciali. Ecco una gallery fotografica di alcune curiosità raccolte al Salone dell’Automobile di Parigi. La foto di copertina arriva dal padiglione Fiat disegnato da Ron Harad (vedere sedie dietro) in occasione del lancio della 500X. L’immagine sopra è uno scatto dal faraonico e divertente spazio Volkswagen con I-Pad su ruote che circolavano tra i tanti modelli accompagnati dalle note di un bel blues parigino. L’auto che vedete dietro ai musicisti, ed in primo piano qui sotto, è un’interessantissimo prototipo di una piccola e ultraleggera supercar (che potrebbe anche essere prodotta in serie) spinta dal bicilindrico Ducati a distribuzione desmodromica.   Doppio intervallo nostalgico con questa mitica Formula 1 Honda degli anni 70’ e la Project by Jaguar; una serie speciale prodotta in 200 esemplari che al design della strepitosa F-Type aggiunge richiami della leggendaria Jaguar Racing Car degli anni 60. Chiusura con il riuscito escamotage Lexus per attrarre obbiettivi sulle proprie auto. Piaccia o meno, la fanciulla con capigliatura cyborg-punk agghindata di lucide lamiere si è rivelata davvero un’ottima esca.

Auto - Ontheroad

AUTOINMENTE
MOTORI


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2015 WeBoost MEDIA S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 105 49 521 002