MOTORI
Nuova Renault Clio! Evviva!
Scritto il 2012-07-06 da luigif su Schede auto

Fonte: www.motorionline.com

Per sgombrare il campo da equivoci è bene dire che la nuova Clio realizzata da Renault è bella. Notevole è stato il lavoro dietro a questa nuova produzione. Esteticamente è stata profondamente rivista nelle linee esterne e il risultato è degno di lode.

La quarta generazione della Clio si caratterizza per un frontale valorizzato dal grande stemma Renault in posizione verticale su uno sfondo nero. Tutto, di questa macchina, come i gruppi ottici e le luci diurne a led, l’altezza dal suolo ribassata, le carreggiate più larghe, le ruote spostate verso l’esterno, parla di sport e aggressività. E' una macchina che saprà attrarre ogni genere di potenziale cliente ma che pare strizzare l'occhio soprattutto al mondo dei giovani e delle famiglie verdi.

Non è prevista una versione a 3 porte. Tutte le versioni della Clio 2013 saranno a 5 porte. I colori proposti, al momento, sono ben otto.
Le misure della nuova Clio sono pari a 4.062 x 1.730 x 1.450 mm. La vettura è leggermente più lunga e larga della della Clio III, e di poco più bassa. Il bagagliaio da 300 litri risulta più grande di 12 litri.

Le  motorizzazioni saranno il TCe da 90 CV, il TCe da 120 CV con cambio EDC, il dCi 90 CV start/stop,  e le versioni più tranquille, il 1.2 da 75 CV e dCi 75 CV.

Gli ordinativi saranno accettati a partire dal 17 luglio. Il prezzo di attacco parte da 13.000 euro.

Tags : - -
Tetto aperto e vento che scompiglia i capelli, così l’estate in auto diventa ancora più piacevole. Un estate da affrontare a bordo della Renault Twingo Openair, la versione “aperta” della piccola utilitaria compatta transalpina che, confermando la spiccata personalità della sorella standard, aggiunge il brio della guida cabriolet grazie al tetto apribile in tela. Strizzando l’occhio alla cugina, la nuova Smart ForTwo, la Renault Twingo Openair trasforma la vettura in una pratica city car quasi in versione Targa. Oltre al tetto in tela la versione Openair aggiunge anche tre vivaci tinte per la carrozzeria: blu Shopping, bianco Dreams e giallo Race. Caratterizzata dalla notevole agilità, come dimostrano anche i 4,3 metri del raggio di sterzata, la Renault Twingo Openair aggiunge brio a una vettura che si propone come utilitaria comoda e funzionale per muoversi in mezzo al traffico cittadino, contesto nel quale esalta le sua compattezza e la capacità di sfruttare gli spazi quando si cerca parcheggio. Sotto il cofano dalla Twingo si può optare tra due motorizzazioni, entrambe a benzina tre cilindri ed entrambe Euro 6: l’Energy 1.0 Sce aspirato da 69 CV e l’Energy 0.9 TCe turbo da 90 CV. Entrambi i propulsori beneficiano del sistema Start&Stop. La vocazione vacanziera e spensierata della Renault Twingo Openair caratterizza anche l’abitacolo dove troviamo 52 litri di capacità aggiuntiva grazie ai vani portaoggetti Flexicases. Inoltre grazie alla possibilità di poter caricare oggetti di lunghezza fino a 2,3 metri la vettura è ideale anche per trasportare anche il windsurf. A garantire la musica durante il viaggio ci pensa il sistema multimediale che consente, grazie alla APP R&GO, di connettere il proprio smartphone alla radio.

Auto - Autoinmente

Le "hot hatchback" hanno l'indiscutibile pregio di riuscire a coniugare, in un unico pacchetto, spazio, abitabilità e performance a prezzi tutto sommato contenuti e accessibili. E tra le compatte ad alte prestazioni la Renault Clio RS Monaco Gp è tra le meglio riuscite e quindi tra le più desiderate. Rispetto alle concorrenti dirette (che in sintesi sono due; la Peugeot 208 Gti e la Ford Fiesta ST ) la Clio RS è sicuramente anche la più evoluta a livello tecnico e tecnologico. Nel reparto "handling" ritengo invece che il riferimento sia la Fiesta ST (che però ha un assetto troppo aspro e duro per la vita quotidiana) mentre per design e geometrie degli interni la più attuale credo sia la Peugeot. La Renault Clio però, è l'unica delle tre che attraverso l'evoluto schermo con navigatore integrato, vi comunicherà in tempo reale telemetrie, forza G, tempo su giro, cavalli e newtonmetri utilizzati e tanti altri parametri relativi alle performance. Un aspetto, quest'ultimo, che può essere di grande aiuto per migliorare i propri riferimenti nella guida in pista. Dove con la Clio ci si diverte da pazzi. La Clio RS Monaco GP è stata infatti pensata, strutturata e concepita anche e sopratutto per aggredire cordoli e percorsi tutte curve strette e tornanti. Come quelle della Moyenne Corniche, che ci riporta all'anteprima mondiale della Clio RS Monaco GP a Montecarlo e dove l'auto ci era piaciuta così tanto da rendere necessario un approfondimento lungo almeno un weekend nelle più belle strade dell'Umbria. Strade impegnative, dove la Clio RS ha dimostrato tutta la sua poliedricità ed una maneggevolezza davvero coinvolgente.. Il motore turbo 1.6 litri da 200 cavalli non terrorizza ma ha tutta la potenza che serve, le ruote anteriori gestiscono il doppio compito (direzionalità, spinta) senza andare in crisi e un'altra grande differenza rispetto alle concorrenti è il cambio robotizzato con palette al volante (anche se il bip che accompagna la prossimità del limitatore alla lunga può infastidire), che però ha estimatori e detrattori.  Detto ciò, l'auto è divertente, agile, scattante, dotata di un ottimo telaio e si fa guidare volentieri in tutte le condizioni. Inoltre, pur avendo sospensioni necessariamente rigide, non obbliga tutti i passeggeri a sentirsi nelle vertebre tutte le asperità dell'asfalto. Il che significa che la Renault Clio RS - oltre ad avere un design slanciato e contemporaneo ed una silhouette sinuosa - è anche molto fruibile e dotata di una buona abitabilità interna per un progetto dove prestazioni, velocità, maneggevolezza e tutto ciò che è ludico al volante, convivono in perfetto equilibrio con praticità, carattere e costi di gestioni "gestibili".

Auto - Ontheroad

Al Salone di Parigi in corso, Renault ha presentato la nuova Espace che abbandona le forme da monovolume per adottare la carrozzeria da crossover. Si tratta della versione di serie della concept car Initiale Paris, esposta lo scorso anno all'ultima edizione del Salone di Francoforte. La nuova Renault Espace è lunga 485 cm, larga 187 cm e alta 168 cm, mentre il passo ammonta a 288 cm. Rispetto alla precedente generazione, la massa è più leggera di 250 kg. Il bagagliaio, invece, ha la capacità minima di 660 litri e la capienza massima di 2.040 litri. Al momento del lancio, la quarta generazione della Renault Espace sarà disponibile con il motore 1.6 TCe a benzina da 200 CV di potenza e 260 Nm di coppia massima, abbinato al cambio sequenziale a doppia frizione EDC a sette rapporti, affiancato dai seguenti propulsori diesel: 1.6 dCi da 130 CV di potenza e 320 Nm di coppia massima, con il cambio manuale a sei marce; 1.6 dCi biturbo da 160 CV di potenza e 380 Nm di coppia massima, con il cambio sequenziale a doppia frizione EDC a sei rapporti. La nuova generazione della Espace sarà disponibile nelle versioni a cinque e sette posti, entrambe con il sistema di versatilità One Touch. La dotazione di serie, invece, comprenderà il sistema 4Control a quattro ruote sterzanti e il sistema multimediale Multi Sense con lo schermo touch screen R-Link 2 da 8,7 pollici. Previsto anche l'allestimento premium Initiale Paris, con la colorazione Nero Aretista per la carrozzeria, gli interni in pelle Nappa pieno fiore anche bicolore e i cerchi in lega dedicati da 19 pollici.

Auto - Autoinmente

AUTOINMENTE
MOTORI


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2015 WeBoost MEDIA S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 105 49 521 002