MOTORI
Opel Adam, l'auto del peccato!
Scritto il 2012-07-12 da luigif su Schede auto

Fonte: motori.hdmagazine.it

Con la benzina sempre più cara, il carovita che la segue a ruota molte case automobilistiche puntano sul segmento A delle auto piccole per catturare importanti fette di mercato. Ecco che la Opel assesta un bel diretto presentando la Adam. Nemmeno troppo velatamente è stata anche rinominata come "anti 500" proprio per chiarire quale sia la fetta di mercato e i potenziali clienti ai quali strizza l'occhio.

La prima cosa che balza inevitabilmente all'occhio della Adam è la linea elegante, sportiva e sbarazzina. Si può affermare che l'Opel ha realizzato davvero una bella vettura che darà molto filo da torcere alle dirette concorrenti dello stesso segmento.

Per quanto riguarda le motorizzazioni con le quali inizialmente sarà distribuita la Adam in Italia si parla di due motori benzina uno da 1.2 l da 70 cv e l'altro da 1.4 l da 100 cv con cambio manuale a cinque velocità. La tecnologia disponibile a richiesta riguarda i sistemi  ecoFLEX e Start/Stop-System.
Le misure della Adam ammontano a 3,70 m. di lunghezza e a 1,72 m. di larghezza. La vettura tedesca è concepita, per ora, per essere esclusivamente a 3 porte.

Gli allestimenti previsti anche per il mercato italiano sono tre (Jam, Glam, Slam) e non è solo una questione di soldi ma anche di stile. Si va dall'allestimento più elegante a quello più sportivo a quello più alternativo. Inoltre la vettura è dotata di tecnologie non usuali sul segmento A, tra cui il nuovo sistema che consente di integrare i contenuti dello smartphone (Android e Apple iOS) rendendo quindi disponibili le app internet.

La Opel ADAM sarà presentata ufficialmente al prossimo Salone di Parigi (29 Settembre – 14 Ottobre 2012) e i primi esemplari saranno visibili nella concessionarie a gennaio 2013.

Tags : - -
La nuova Opel Astra farà il suo debutto ufficiale nel corso del prossimo Salone automobilistico di Francoforte, in programma a settembre 2015 nella città tedesca. La compatta della marca teutonica sarà una delle novità più attese del mercato, visto che si presenta con un equipaggiamento tecnologico di primo spessore e con addirittura 200 kg di peso in meno rispetto alla sua versione precedente. “Con la nuova Opel Astra debutta l’era del guidatore perfettamente integrato nella vettura – le parole di Marc Schimdt, responsabile dell’ingegnerizzazione dei veicoli Opel - ciò si verifica per effetto di una posizione di guida ottimale, una seduta ergonomica, una disposizione dei comandi primari e secondari semplificata, una razionalizzazione del volante multifunzione”. Nuova generazione, vecchia affidabilità Opel lancia sul mercato dunque la versione numero undici della Astra, una delle vetture più vendute al mondo e punto di forza per la Marca tedesca. Nella storia, in totale, è stato calcolato che sono stati oltre 24 milioni gli esemplari di Kadett e Astra venduti. Numeri che fanno girare la testa ma che meglio spiegano come sia diventata una vettura di uso comune l’Astra e come abbia conquistato i cuori di tutti quanti. La nuova Astra si basa su un’architettura nuova e leggera e sarà alimentata solo da propulsori di ultima generazione. 80 anni di storia e successi Il modello più venduto nei 79 anni di auto compatte Opel è stata la Astra F, commercializzata dal 1991 al 1997. Il nuovo modello portò in tutta Europa il nome Astra già utilizzato nel Regno Unito e superò i 4,1 milioni di unità vendute. Prossime alla soglia dei quattro milioni anche la Kadett E (3,8 milioni) e la Astra G (3,95 milioni).

Auto - Autoinmente

Un obiettivo ambizioso quello della Opel Karl nel mercato italiano: provare a ritagliarsi un ruolo da protagonista assoluta nel segmento delle utilitarie, magari insidiando la leadership indiscussa della Fiat Panda. La nuova compatta della Casa del Fulmine ha dalla sua una serie di caratteristiche tecniche in termini di dotazioni e contenuti che la rendono una valida proposta all’interno di un segmento dove a fare la differenza è inevitabilmente anche il prezzo. Questo Opel lo sa bene e di fatti ha mantenuto il listino della Karl con un prezzo base inferiore ai 10.000 euro. Compatta e flessibile Come ci si attende da una city car le dimensioni sono importanti, in particolar modo la compattezza per un’auto chiamata a muoversi prevalentemente in mezzo al traffico urbano e a rendere quanto più facile possibile la ricerca di parcheggio in città. La Opel Karl, con una configurazione da monovolume, misura in lunghezza 3,68 metri (poco più lunga della Panda). Nonostante le dimensioni compatte sulla Karl si può viaggiare in cinque (anche se in tre sul divano posteriore si sta un po’ stretti) e disporre di una buona accessibilità grazie alle cinque porte e ad un bagagliaio che offre un volume di carico che va da 215 a 1.013 litri. Nella gamma Opel, la Karl è l’erede designata della Agila rispetto alla quale però ne riduce notevolmente il prezzo mantenendone praticità e flessibilità d’utilizzo. Un motore e tre allestimenti La Opel Karl propone un’unica motorizzazione con il tre cilindri 1.0 litri benzina che sviluppa 75 CV con cambio manuale a 5 rapporti. Sono invece tre gli allestimenti proposti: base, N-Joy e Cosmo. La versione base in offerta di lancio per tutta l’estate viene offerta a 8.500 euro, mentre la Karl N-Joy, che aggiunge alla dotazione di serie il climatizzatore di serie, la radio/MP3 e il servosterzo con funzione city, costa in promozione 10.100 euro per i prossimi mesi, garantendo un risparmio di 1.500 euro sul prezzo di listino che è di 11.600 euro.

Auto - Autoinmente

Sarà il Salone di Francoforte 2015, in programma dal 17 al 27 settembre prossimi, a fare da scenario alla presentazione della nuova Opel Astra. Qualche giorno fa la Casa del Fulmine ha infatti fissato il momento del debutto di quella che è l’undicesima generazione della compatta Opel, uno dei modelli più riusciti e più apprezzati dal mercato tra quelli della gamma del marchio di Rüsselsheim. Le premesse per una rinnovamento completo e importate ci sono tutte stando a sentire le parole di Karl-Thomas Neumann, CEO di Opel Group, che annunciando il prossima arrivo della nuova Astra assicura che “sarà caratterizzata da uno splendido design”. Realizzata da zero Per il momento non resta che fidarsi delle parole di Neumann visto che Opel non ha ancora rilasciato foto ufficiali della vettura a parte quelle del prototipo della nuova Astra con addosso una serie di camuffamenti e coperture che nascondono le reali linee dell’auto, facendo vedere ben poco del design. Se ancora non si conosce l’aspetto estetico della vettura, si sa però che la nuova Opel Astra è stata progettata partendo completamente da zero, un’auto dunque che si slega per tanti motivi dalla precedente generazione con l’obiettivo di ottenere una serie di miglioramenti, anche in termini di efficienza. Più spaziosa e leggera Tra le anticipazioni sulla nuova Opel Astra c’è quella relativa al nuovo rapporto tra dimensioni esterne, che diminuiranno, e quelle interne che invece saranno aumentate. Dunque la nuova generazione dell’auto del Fulmine di segmento C sarà più compatta ma allo stesso tempo più spaziosa nell’abitacolo. Altra novità strutturale della nuova Astra sarà quella del peso che è stato ridotto garantendo così alla vettura maggiore leggerezza e agilità. Chili in meno che si traducono in una riduzione dei consumi di carburante, aspetto sul quale faranno la parte del leone i nuovi motori di ultima generazione, estremamente innovativi e risparmiosi, che verranno proposti nella gamma della nuova Opel Astra.

Auto - Autoinmente


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2016 Nanalab S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 09996640018