MOTORI
Road Safety: la Commissione Europea pensa ai giovani
Scritto il 2012-07-31 da elisam su News auto

Fonte: www.famemagazine.co.uk

Si rivolge ai giovani la nuova campagna video promossa dalla Commissione Europea Trasporti: Road Safety.

La sicurezza stradale è un tema molto sentito, ma forse sono proprio i giovani i più difficili da raggiungere con un messaggio di comportamento civile e rispetto delle regole. La campagna video Road Safety della Commissione Europea Trasporti parla direttamente a loro, con una comunicazione giovane, allegra e artistica. La città del video, infatti, si colora di graffiti e disegni.

Il video mostra due ragazzini spensierati che giocando attraversano le strade di una grande città. Strade che possono diventare molto pericolose se non si rispetta il codice stradale. Il messaggio è più che ottimista, visto che i due amici arrivano illesi al loro campo di basket e il video segnala un dato importante: 100.000 vittime per incidenti stradali in meno negli ultimi 10 anni.

Il 19% delle vittime di incidenti stradali del 2010 sono stati giovani tra i 18-25 anni. È arrivato il momento di parlare direttamente con queste fasce di età più basse, per tutelare la loro e la nostra sicurezza stradale. La Commissione Europea Trasporti ha cominciato a farlo in modo serio.

Sempre rivolta ai giovani la nuova pagina Facebook European Youth Forum for Road Safety, che riunisce giovani di tutto il mondo attenti al tema della sicurezza stradale, pronti a mettersi in discussione e in gioco.

Sponsored by European Commission

Tra qualche anno la vecchia patente di guida “cartacea”, con tanto di foto generalmente risalente all’adolescenza, sparirà del tutto dalla circolazione. Dal gennaio 2014, infatti, non è più possibile rinnovare il documento apponendo il bollino adesivo che la motorizzazione civile rilasciava a seguito della visita medica prevista al momento del rinnovo della patente scaduta. Conformemente alle direttive europee, i soggetti con il documento di guida in scadenza devono sottoporsi alla visita medica che attesti l’idoneità dell’individuo alla guida del veicolo, a seguito della quale riceverà un duplicato della patente, in formato "carta di credito", su cui verrà stampata anche una fotografia aggiornata. Per fare ciò l’automobilista deve sostenere un costo di 9 euro per il rinnovo della patente, da versare sul c/c 9001 più una marca da bollo da euro 14,62. Inoltre bisogna pagare ulteriori 16 euro per il duplicato obbligatorio della patente e le spese di spedizione, pari a euro 6,86 da corrispondere alla consegna del documento che dovrebbe arrivare a casa entro 60 giorni dalla visita. All’url www.ilportaledellautomobilista.it, indirizzo internet del sito istituzionale dedicato al nuovo codice della strada, sono a disposizione una vasta gamma di servizi utili per i cittadini, tra cui la sezione modulistica, dove è possibile anche scaricare la domanda per il rilascio della patente di guida, la domanda di ammissione all'esame di revisione della patente ed altri documenti ancora come il permesso provvisorio di guida. Sempre sul sito è possibile controllare il proprio saldo punti e la tabella prevista dall’articolo 126 bis del codice della strada, che indica la correlazione tra le violazioni stradali e i punti che saranno decurtati dalla patente. Chi commette infrazioni tali da finire tutti i punti sarà costretto a rifare gli esami di guida, mentre chi ne perde solo alcuni potrà recuperare i punti decurtati dalla patente frequentando dei corsi specifici presso le autoscuole o altri centri autorizzati dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Inoltre esiste un “bonus per buona condotta” che consente di ripristinare la quota iniziale di 20 punti se per due anni dall’ultima infrazione non si commettono ulteriori violazioni del codice della strada che prevedano la decurtazione dei punti.

Auto - Autoinmente

Skoda Octavia riceve 5 stelle per la sicurezza nell'ambito dei crash test promossi dall’European New Car Assessment Program, dimostrando non solo eccellenti performance ma, grazie ai dispositivi di assistenza installati, offre un'elevata attenzione per la protezione del conducente, dei passeggeri e dei pedoni. Secondo quanto dichiarato da Frank Welsch, membro del Consiglio di Amministrazione della Skoda per lo Sviluppo Tecnico, oltre alla potenza dei motori, la sicurezza è una priorità per la casa automobilistica ceca ed i test della Euro NCAP rappresentano un'ulteriore conferma dello sforzo profuso sulla skoda nuova octavia, oltre ad una grossa soddisfazione. Particolarmente elevato è stato il punteggio assegnato alla protezione degli occupanti adulti anteriori, per la quale la nuova octavia ha ottenuto il 93% del massimo valore disponibile. Ottimi risultati sono stati ottenuti anche per la sicurezza dei bambini e protezione dei pedoni. La Octavia 2013 è stata molto apprezzata anche per i dispositivi di sicurezza di serie come l'attivazione del segnale acustico in caso di mancato utilizzo delle cinture di sicurezza o il controllo elettronico della stabilizzazione ESC. La nuova Skoda prevede anche sistemi di assistenza per la sicurezza attiva come il Lane Assistant, per mantenere la corsia, il Front Assistant, per la frenata d'emergenza ed il Driver Activity Assistant, dispositivo per il riconoscimento della stanchezza del conducente.

Auto - Autoinmente

Grande interesse aveva destato alla sua prima uscita il Duster , lo Sport utility Vechicle di casa Dacia. Eppure, nonostante le buone prestazioni ed un prezzo sicuramente appetibile, il fuoristrada non ha mai avuto gran successo iniziando a mostrare i primi segni debolezza. In primo luogo, cosa non da poco, la sicurezza. Negli ultimi test EuroNCAP, l'organismo europeo preposto alla vigilanza sulla sicurezza dei veicoli, il Duster ha infatti guadagnato solo tre stelle, deludendo, e non poco, gli esperti abituati a performance solitamente diverse. Nel particolare il mezzo ha ottenuto un buon coefficiente di protezione dei passeggeri (74% per gli adulti e 78% per i bambini), un cattivo risultato per quel che riguarda la sicurezza dei pedoni (solo il 28%) e uno altrettanto negativo per gli strumenti di bordo (appena 29%). Buone, al contrario, sono state le performance dei principali concorrenti del mercato Suv come BMW X1, Hyundai ix20, Mitsubishi Asx e Nissan Juke. Dimensioni a parte dunque, Dacia se vuole convincere nel comparto SUV e competere a testa alta tra le grandi, avrà di certo qualcosa da migliorare subito, la sicurezza.

Auto - Autoinmente

AUTOINMENTE
MOTORI


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2014 WeBoost MEDIA S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 105 49 521 002