MOTORI
Skoda Rapid anche hatchback!
Scritto il 2012-08-07 da luigif su

Fonte: www.motorionline.com

Skoda ha deciso di fare davvero sul serio! Sono state rese pubbliche nuove notizie della berlina Skoda Rapid accompagnate da nuove foto.
La Rapid sarà lunga 4,48 metri e cercherà di aggredire il segmento C che al suo interno vede tanta concorrenza. Uno dei suoi punti forti vuole essere l'abitabilità essendo stata costruita per offrire un ampio spazio in altezza e per le ginocchia dei passeggeri posteriori, grazie al passo di 2,6 metri.

La Skoda Rapid, di proprietà della Volkswagen, è fornita di un bagagliaio con una capienza di 550 litri, incrementabili sino a 1.490 litri abbattendo i sedili posteriori. L'abitacolo e la plancia, per una vettura che possa permettere un abbattimento dei costi massimo, riprendono forma e caratteristiche di altri modelli della stessa casa ceca, non rinunciando però a implementare tecnologie all'avanguardia con accessori di qualità.

I propulsori di cui sarà dotata la Skoda Rapid saranno i classici TSI e TDI a fabbricazione Volkswagen. In particolare i futuri acquirenti della Rapid potranno scegliere tra il 1.6 TDI da 90 cv e 105 cv e i benzina 1.2 TSI da 86 CV e 105 CV e 1.4 TSI 122 CV, con trasmissioni manuali a cinque e sei marce o automatiche DSG.
Se questi propulsori saranno da subito disponibili ce ne sono alcuni molto interessanti che verranno a breve: il 1.2 MPI a benzina da 75 CV, capace di un consumo ridottissimo pari a di 6,1 l/100 km.
E' prevista anche una versione di propulsori ecologici dotati di tecnologia GreenTec, con emissioni ridotte grazie al sistema Start&Stop, al recupero d'energia in frenata e pneumatici a basso attrito. Gli allestimenti ideati tra i quali potranno scegliere i clienti sono Active, Ambition ed Elegance.

Infine ci sono rumors piuttosto consistenti riguardo ad una versione hatchback della Rapid.  L'obiettivo di questo nuovo progetto, nemmeno troppo velato, è quello di dare un colpo mortale alla concorrenza nel segmento C delle autovetture. Le sole notizie affidabili riguardano il fatto che la nuova hatchback di Skoda sarà caratterizzata da una forma, nella zona posteriore del corpo, simile a quella di Volkswagen Golf, e che sarà proposta solo nella versione cinque porte.

Articoli Correlati
In concessionaria sta per arrivare la nuova Suzuki Bandit 1250S ABS, la rinnovata sport tourer che si fa apprezzare per la sua spiccata agilità in strada senza però rinunciare a un aspetto muscoloso e deciso, tipico di una due ruote che non vuole certo passare inosservata. La nuova Bandit 1250S che ha fatto il suo debutto in anteprima lo scorso autunno ai saloni di Colonia e Milano, si propone come una moto migliorata sotto diversi aspetti rispetto al modello precedente. Il costruttore giapponese propone una moto che dal punto di vista estetico è dotata di una semi-carenatura che parte dal cupolino fino alle fiancate del radiatore, assicurando così maggiore praticità nella guida a bassa velocità e più protezione aerodinamica quando la velocità sale. Per quanto riguarda il motore sulla nuova Suzuki Bandit 1250S troviamo un quattro cilindri in linea da 1255 cm3 con 98 CV di potenza e 108 Nm di coppia a 3.700 giri al minuto. Tra le dotazioni della nuova sport tourer nipponica troviamo di serie anche il sistema ABS, oltre al monoammortizzatore con leveraggio progressivo al quale si affida la sospensione posteriore. Sulla Bandit 1250S c’è un quadro strumenti LCD accanto al contagiri analogico, mentre a garantire il comfort in sella alla moto ci pensa il piano seduta regolabile in altezza, con range di 20 mm, per trovare la posizione di guida migliore. Disponibile in tre colori, Candy Daring Red, Pearl Glacier White e Glass Sparkle Black, la nuova Suzuki Bandit 1250S può essere arricchita anche con diversi accessori, come il silenziatore Yoshimura o il bauletto posteriore da 47 litri. Il prezzo della nuova Bandit 1250S è di 9.500 euro.

Moto - Comunicablog

Un bel gioco, dura poco. Con questo post iniziamo a salutarvi, Infomotogp.com non verrà più aggiornato.  Vogliamo ringraziare tutti quelli che ci hanno accompagnato in questa splendida avventura, che abbiamo percorso sempre con tutta la passione per le due ruote che abbiamo da sempre. In quasi tre anni di attività, Infomotogp.com ha cambiato pelle più volte, passando da giochino a cosa seria, da hobby a lavoro. Proprio per questo motivo, per il tempo e la dedizione che viene dedicata a Info, dobbiamo fermarci per l'impegno che la vita e il lavoro di tutti i giorni richiedono. Chiudiamo per ora, ma speriamo di poter riprendere a "giocare" con voi e con la MotoGP ancora, quando i tempi saranno migliori. In questo post di saluto, voglio ringraziare tutti quelli che ci hanno aiutato a sognare. In primis il maestro Marco Masetti, che ci ha omaggiato, fin quando ha voluto, delle sue pagelle. Marco ci ha dato anche preziosi consigli che non scorderemo. Grazie a Massimo Branchini, che ci ha regalato magistrali pillole di tecnica e a Paolo Bologna che ci ha portato sulle ali del ricordo di un mondiale umano e passato, quello di trent'anni fa. Un grazie va anche al nostro gruppo editoriale, Comunicablog, che ha creduto nel progetto Info prendendosi in carico la parte tecnologica e la gestione generale, quindi grazie a Alessandro Cavallo e Ilaria Tagliamonte. Grazie ai nostri collaboratori, pochi ma buonissimi. Tra questi Alice Margaria e Patrizio Bruno. Alice ha dato il suo contributo con notizie sempre interessanti, Patrizio ha sviluppato le nostre app mobile. Il grazie più importante va a voi che ci avete seguito. Il vostro supporto ci ha spinto e sostenuto, ma la vita è fatta di priorità e per questo a volta le scelte, seppur dolorose vanno fatte prima che sia troppo tardi. Noi per ora ci fermiamo qui, ma non molliamo la nostra passione.  Ci vediamo in pista. Luca Bologna e Roberto Pagnanini - Fondatori di Infomotogp.com

Moto - Infomotogp

AUTOINMENTE
MOTORI


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2015 WeBoost MEDIA S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 105 49 521 002