MOTORI
Gaetano Scavuzzo

Scrivetemi un Email

I miei ultimi articoli
La nuova MINI Clubman farà il suo esordio in anteprima tra poco più di un mese in occasione del Salone di Francoforte 2015. Sono diverse le novità che porterà in dote la vettura del marchio britannico che nel modello di serie terrà fede a diversi aggiornamenti messi in mostra con il concept presentato al Salone di Ginevra dello scorso anno. Le dimensioni da utilitaria e le due porte e mezzo saranno solo un lontano ricordo per quella che viene considera la station wagon di casa Mini. La nuova Clubman infatti assumerà le sembianze di una vera quattro porte con il bagagliaio che invece conferma la tradizione MINI e si presenta con la classica apertura “ad armadio” con le due portiere posteriori. Dunque differenze minime tra la MINI Clubman MY 2016 che andrà in produzione e la versione concept vista più di un anno fa. La nuova Clubman ha modificato la maniglie delle porte, l’apertura sui passaruota, le alette verticali ai lati dello spoiler e l’impianto di scarico con un solo terminale, mentre due terminali li troveremo sulla versione Cooper S. Spazio negli interni e dimensioni quasi da segmento C, la nuova MINI Clubman andrà all’attacco del mercato con misure decisamente più importanti rispetto al modello attuale. La vettura infatti avrà circa 25 centimetri in più in lunghezza e crescerà anche in larghezza, oltre a ridurre l’altezza da terra. A fare da base strutturale alla nuova MINI Clubman ci sarà la piattaforma UKL. Per quanto riguarda invece le motorizzazioni la Casa britannica opterà per offrire gli apprezzati propulsori della gamma delle MINI Cooper e Cooper S, vale a dire i tre cilindri 1.5 litri da 136 CV benzina e da 116 CV diesel, insieme ai più potenti 2.0 litri da 170 CV e 192 CV. L’appuntamento per scoprire la nuova Clubman è per il 15 settembre 2015, giorno d’apertura del Salone di Francoforte.

News auto

Per spostarsi e raggiungere le mete delle vacanze estive tanti italiani scelgono l’auto come mezzo di trasporto, soprattutto quando tra luoghi di partenza e di destinazione non ci sono troppi chilometri da fare. In particolar modo durante i week-end estivi le autostrade italiane diventano un lungo serpentone di persone e famiglie in viaggio verso il mare e le località vacanziere. Ma per viaggiare in sicurezza con la propria auto ed evitare spiacevoli imprevisti che potrebbero rovinare le tante agognate ferie è bene ricordarsi di effettuare una serie di controlli sulla propria vettura prima di caricare i bagagli è mettersi in viaggio. Ma cosa bisogna controllare sulla nostra auto per poter stare tranquilli? Attenzione agli pneumatici Una delle prime cose da controllare è lo stato degli pneumatici dell’auto. Premettendo che bisogna montare le gomme estive, le uniche che garantiscono un comportamento efficace e sicuro (spazio di frenata, attrito e stabilità) con le temperature elevate, va monitorato complessivamente lo “stato di salute” del pneumatico. Bisogna assicurarsi che il battistrada non sia troppo consumato, che sulla gomma non ci siano danni (tagli, usure più accentuate, ecc.) e soprattutto è da controllare la pressione degli pneumatici. Viaggiare con pneumatici sgonfi ne riduce l’efficienza e la sicurezza, oltre ad aumentarne l’usura e il consumo di carburante, al contrario se eccessivamente gonfi questi non garantiscono l’adeguata tenuta di strada. Dunque prima di partire meglio fare un salto dal gommista per un check-up completo degli pneumatici e per gonfiarli con la giusta pressione. Freni, illuminazione e indicatori di direzione Oltre alle gomme ci sono altri componenti dell’auto da controllare. Tra questi c’è l’impianto frenante, in particolar modo l’usura di pastiglie e dischi (soprattutto su auto che hanno percorso tanti chilometri). Altri aspetti da controllare sono il corretto livello dell’olio motore, del liquido refrigerante, così come del liquido per il parabrezza, assicurandosi che i tergicristalli funzionino correttamente nella pulizia del parabrezza. Inoltre va controllato anche il corretto funzionamento di tutte le luci dell’impianto di illuminazione, così come quello degli indicatori di direzione. E’ bene poi accertarsi di avere sempre con sé in auto il kit di sicurezza con triangolo e giubbino catarifrangente (obbligatori), ancora meglio se accompagnati da torcia e cassetta di pronto soccorso.

News auto

Il rilancio della Ford EcoSport passa da un lieve e mirato aggiornamento del SUV nordamericano, che arriva a due anni di distanza dal debutto dell’ultimo modello. Il crossover di segmento B si ammoderna per reggere la sfida in una nicchia di mercato particolarmente agguerrita e in continua evoluzione, e lo fa attraverso alcuni ritocchi al look esterno, alla qualità degli interni, così come ai contenuti che migliorano ulteriormente dotazione, comfort e piacere di guida. Dal punto di vista estetico le forme della nuova EcoSport presentano la novità principale sul posteriore. Infatti adesso il SUV è disponibile anche senza la ruota di scorta montata esternamente sul portellone, elemento che inevitabilmente aumenta l’ingombro complessivo del SUV compatto dell’Ovale Blu. Rinunciando alla ruota di scorta esterna la nuova Ford EcoSport arriva ad una lunghezza che sta nei quattro metri, vantando inoltre un pratico kit antiforatura che trova posto nel vano bagagli. L’abitacolo è stato migliorato dal punto di vista qualitativo e pratico grazie ad alcune novità come il volante di nuova concezione, il riposizionamento della leva del cambio, l’aggiornamento di consolle, quadro strumenti e rivestimenti, oltre all’introduzione dei sedili riscaldabili. La marcia a bordo del SUV è ancora più silenziosa grazie a materiali fonoassorbenti più spessi ed efficaci che consentono una migliore insonorizzazione dell’abitacolo. L’infotainment è affidato al sistema di connettività SYNC con display a colori da 4 pollici. Sotto il cofano la nuova Ford EcoSport accoglie motori omologati Euro 6 che hanno fatto scendere consumi ed emissioni di CO2. Nella gamma motorizzazioni troviamo il 1.5 litri TDCi da 95 CV, con consumi di 4,4 l/100 km ed emissioni di 115 g/km di CO2,  il tre cilindri EcoBoost 1.0 litri, che consuma 5,4 l/100 km e offre emissioni di 125 g/km di CO2, e il 1.5 litri Ti-VCT con cambio automatico Powershift, che invece fa registrare consumi di 6,3 l/100 km ed emissioni di 149 g/km di CO2. Relativamente ai prezzi la nuova Ford EcoSport è già disponibile in prevendita ad un prezzo base di 18.000 euro.

News auto

Chissà quante volte di fronte all'ennesima ostentazione di una moda da parte di qualcuno ti è venuto da esclamare: “Basta!”. Nissan sa quanto sia importante la personalità e il carattere, quanto conti essere sé stessi sempre e non seguire un trend solo perché lo seguono tutti. Un pensiero, una filosofia quella di Nissan che si concretizza alla perfezione con la nuova campagna “Seguire le mode? Segui solo te stesso” che dà vita al video che trovi sotto, un filmato tutto da vedere e condividere con i tuoi amici, ancor di più se vuoi dire stop alle mode che non sopporti. La campagna è dedicata alla Nissan Pulsar, la nuova berlina 5 porte e 5 stelle EuroNCAP, che mette grinta, sofisticatezza e tecnologia avanzata (a bordo troviamo il Nissan Connect e Il Nissan Around View Monitor) a disposizione di chi vuole essere semplicemente sé stesso, seguendo il proprio istinto e andando oltre le mode e le tendenze imposte dal momento. Con Pulsar è più facile seguire la propria indole e allontanarsi da tutte quelle mode che proprio non sopporti. Anzi puoi fare ancora di più partecipando e votando quali secondo te sono i trend da salvare e quali invece cancelleresti immediatamente. Oggi i trend nascono in continuazione, a ritmo vertiginoso. Con l’applicazione “The TrendList” realizzata da Nissan tocca a te esprimere le tue preferenze, approvando le tendenze che ti piacciono e disapprovando quelli che invece non sopporti. Sono davvero tante le mode sulle quali puoi pronunciarti per esprimere il tuo punto di vista e dire la tua: sugli occhialoni finti, sugli hamburger gourmet, sulla barba oversize, sui risvoltini ai pantaloni, sul sushi, sulle istantanee vintage e su molte altre tendenze cittadine del momento. Io ho già votato su The TrendList esprimendo la mia totale disapprovazione per la duckface, la ceretta al petto, il riporto, le borchie, le cuffie enormi, il risvoltino e la piastra per capelli. Le mode che a parer mio sono da salvare? L’hamburger gourmet, la taranta, la birra artigianale e l’orologio anni ’80. Ora tocca a te, vai su The TrendList e vota le tue mode, perché non c’è cosa migliore che essere sé stessi! Sponsored by Nissan

News auto

In casa Volkswagen il rinnovamento del Transporter T6 giunto alla sesta generazione è anche l’occasione per dare il benvenuto a una versione che riaccende il mito dei campeggiatori di tutto il mondo, ovvero quello del California. Il nuovo Volkswagen California torna con una nuova ricetta che resta fedele alla tradizione dell’icona di Wolfsburg ma reinterpretata ora in chiave moderna, ricca di innovative e avanzate tecnologie che non fanno altro che migliorare il comfort  e l’esperienza di viaggio di tutti gli amanti del campeggio e di coloro che vogliono godersi un’esperienza “on the road” all’aria aperta. Un ritorno che guarda con orgoglio a quasi 30 anni fa: era il 1988 quando Volkswagen lanciò il suo primo California. Spazio per dormire in 5 e dotazioni hi-tech Con il nuovo Volkswagen California gli occupanti possono beneficiare di interni spaziosi ed estremamente confortevoli, oltre che arricchiti da dotazioni tecnologiche avanzate, come il sistema d’infotainment di ultima generazione. Anche grazie al tetto che può essere alzato all’interno del veicolo trovano posto per dormire fino a cinque persone, usufruendo di un letto piano che misura 1,2 metri in larghezza e 2 metri in lunghezza. A bordo c’è tutto per vivere il campeggio in maniera comoda e completa: tavolo, frigorifero e una piccola cucina compresa di fornelli e lavello. Allestimenti e motori Il nuovo Volkswagen California viene proposto in tre livelli d’allestimento, Beach, Coast e Ocean (tutti decisamente evocativi della natura del veicolo) e con una variegata gamma di motorizzazioni benzina e diesel. Al momento del debutto saranno disponibili gli stessi propulsori che alimentano il nuovo Volkswagen T6, unità dunque che avranno potenze comprese tra 85 e 205 CV. Dopo l’estate la gamma del nuovo California si amplierà con l’ingresso delle nuove versioni dotate di cambio automatico DSG a doppia frizione e del sistema di trazione integrale. Il listino prezzi parte da poco più di 40.000 euro.

News auto


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2020 Nanalab S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 09996640018