MOTORI
Multe, quali tempi per fare ricorso?
Scritto il 2013-08-20 da Gaetano Scavuzzo su Guide

Fonte: investireoggi.it

Ogni automobilista sa che sono tanti i modi attraverso i quali commettere un’infrazione del codice della strada che può portare alla brutta sorpresa di trovare una multa sul parabrezza o di vedersi recapitare a casa un verbale. Tra ZTL, divieti di sosta, limiti di velocità, sensi unici, strisce blu e tanto altra ancora è facile violare qualche norma stradale e dover pagare una o più contravvenzioni.

Quali sono i tempi di pagamento di una multa previsti dalla legge? Per pagare una multa l’automobilista ha tempo 60 giorni a partire dal giorno della consegna/notifica del verbale. A decorrere dal 61esimo giorno la cifra raddoppia per poi aumentare nel tempo con l’aggiunta degli interessi di mora a causa del ritardo di pagamento. Ma non sempre le multe sono legittime ed in molti casi vale la pena di impugnare il verbale di accertamento, in particolar modo quando la multa è facilmente contestabile per uno o più motivi.

Ma qual è il tempo utile entro il quale poter fare ricorso e contestare la multa? In questo caso l’automobilista ha 60 giorni di tempo, sempre a partire dal giorno della consegna/notifica della contravvenzione, per fare ricorso al Prefetto, mentre per il ricorso al Giudice di Pace il termine utile scende a 30 giorni. In entrambi i casi l’automobilista può procedere ad effettuare il ricorso senza la necessità di ricorrere ad un avvocato.

Foto


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2023 Nanalab S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 09996640018